Su di me

Mi chiamo Elisa.

Vivo in Italia, in un piccolo paese in provincia di Padova, dietro la mia casa c’è un bosco. Entro in quel bosco ogni giorno, lì ritrovo il mio respiro, la mia libertà, l’energia che mi ricarica e che allo stesso tempo mi rilassa.

Ho sempre sentito, sin da piccola, una connessione particolare con la natura. Dipingere una tela utilizzando i suoi colori, i colori della terra, è un modo per onorarla, per restituirle parte di ciò che mi dà ogni giorno. E’ così che prendono vita i miei quadri, scelgo un colore da cui partire e poi mi lascio condurre dall’istinto, lo stesso istinto che ha fatto da filo conduttore in tutta la mia vita. Dopo le prime pennellate a volte si proiettano nella mia mente dei mondi immaginari che i miei occhi non hanno mai visto e che poi sulla tela diventano fiumi, paesaggi, città lontane, figure femminili.

In alcuni  quadri inserisco delle frasi, sono messaggi di buon augurio che possono essere letti e interpretati solo da chi si riconosce in quell’opera.

Preferisco non dare troppe interpretazioni a ciò che dipingo, così che ognuno possa riconoscere il suo sogno, farsi abbracciare dal silenzio e in quella quiete lasciarsi cullare, come in una sorta di meditazione.

Vorrei consigliare sempre a chi sceglie una delle mie opere di concedersi qualche minuto di osservazione per dare la possibilità alla tela di fargli iniziare il suo viaggio.